Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home News L'Unione europea e la BREXIT

L'Unione europea e la BREXIT

BREXIT

BREXIT

Il 23 giugno 2016 si è svolto nel Regno Unito il referendum con il quale i cittadini britannici dovevano decidere se restare o lasciare l'Unione Europea. Il risultato ufficiale della consultazione è stato il seguente: Remain 48,1 - Leave 51,90.

Il 24 giugno 2016 è stata adottata una Dichiarazione congiunta dei Presidenti del Parlamento europeo, del Consiglio europeo, della Commissione europea e del Presidente di turno del Consiglio dell'Unione sugli esiti del referendum britannico.

Il 28 giugno 2016 il primo ministro del Regno Unito ha informato il Consiglio europeo sull'esito del referendum tenuto nel suo paese, senza, tuttavia, attivare l'art. 50 TUE.

La lettera di notifica del recesso del Regno Unito è stata consegnata al Presidente del Consiglio europeo il 29 marzo 2017.

Il 29 aprile 2017 sono stati adottati gli Orientamenti del Consiglio europeo (Articolo 50) per i negoziati sulla Brexit.

L'art. 50 TUE detta le modalità con cui il recesso deve svolgersi:

"1. Ogni Stato membro può decidere, conformemente alle proprie norme costituzionali, di recedere dall'Unione.
2. Lo Stato membro che decide di recedere notifica tale intenzione al Consiglio europeo. Alla luce degli orientamenti formulati dal Consiglio europeo, l'Unione negozia e conclude con tale Stato un accordo volto a definire le modalità del recesso, tenendo conto del quadro delle future relazioni con l'Unione. L'accordo è negoziato conformemente all'articolo 218, paragrafo 3 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea. Esso è concluso a nome dell'Unione dal Consiglio, che delibera a maggioranza qualificata previa approvazione del Parlamento europeo.
4. Ai fini dei paragrafi 2 e 3, il membro del Consiglio europeo e del Consiglio che rappresenta lo Stato membro che recede non partecipa né alle deliberazioni né alle decisioni del Consiglio europeo e del Consiglio che lo riguardano.
Per maggioranza qualificata s'intende quella definita conformemente all'articolo 238, paragrafo 3, lettera b) del trattato sul funzionamento dell'Unione europea.
5. Se lo Stato che ha receduto dall'Unione chiede di aderirvi nuovamente, tale richiesta è oggetto della procedura di cui all'articolo 49".

 

Per approfondimenti, si veda: Taskforce on Article 50 negotiations with the United Kingdom.